Disturbo PTSD

By Marta Viappiani 3 anni ago

Con PTSD si intende “ l’insieme delle forti sofferenze psicologiche che conseguono a un evento traumatico, catastrofico e violento”.

Un evento traumatico porta sempre con sé il rischio di una ferita psichica che, nel tempo e se non curata adeguatamente, risulterà altrettanto grave e profonda quanto una ferita fisica. Occorre tenere bene a mente che le reazioni individuali agli eventi critici sono sempre uniche e soggettive; infatti, in seguito a eventi come il crollo di un edificio, un incidente ferroviario, un atto terroristico, criminalità come rapine, ecc .ma anche emergenze nella quotidianità come un lutto, un divorzio, mobbing, stalking,etc., le persone coinvolte denunciano una sofferenza intensa che si esprime attraverso comportamenti diversificati. Ad esempio: espressioni di pianto, compromissione delle relazioni familiari ed affettive, blocco del comportamento e/o della parola, sentimenti di sgomento o smarrimento, amnesie, annientamento di qualità soggettive e personali che peggiorano le relazioni col mondo esterno, incapacità di partecipare alla vita sociale, di fare attività sportive e/o di godere dei normali piaceri della vita. Queste reazioni vanno considerate come normali adattamenti a situazioni straordinarie che per essere affrontate richiedono il tempo necessario perché la mente inglobi i dati dell’intensa e brutta esperienza vissuta.

IL PTSD deve essere affrontato in sede clinica attraverso trattamenti psicoterapeutici specifici, diretti sia alla vittima che, al bisogno, alla sua famiglia anche in considerazione del fatto che, se prese in tempo e all’inizio, le reazioni emotive possono essere transitorie; infatti, è solo successivamente nel tempo, che si possono trasformare in un PTSD

Fondamentale rivolgersi ad un Professionista Specializzato, Psicoterapeuta/Psichiatra, per affrontare il disturbo il prima possibile, perché con un adeguato trattamento è possibile risolverne la sintomatologia o mitigarla in maniera significativa.