Cura dell’ansia

By Marta Viappiani 3 anni ago

“L’ansioso non sa cosa significa essere solo: dietro la sua poltrona c’è sempre un nemico”

(W.F.Nietzche)

Risposta emotiva ad un pericolo: si manifesta come incombente anche quando il pericolo non esiste. Le richieste della vita quotidiana (lavoro, gestione figli e casa, ecc) così come le sollecitazioni a ricordi dolorosi (lutti, separazioni, ecc) creano risposte fisiche quali tachicardia, sudorazione, aumento pressorio ed affanno respiratorio ma si tratta di normali  risposte fisiche di adattamento alla nuova realtà . Solo quando questi sintomi diventano intensi e fastidiosi allora si parla di  Ansia Patologica.

Vediamo come , secondo Seylè, possiamo rappresentare graficamente uno stato d’ansia

Il circolo di Kohstmann, mette in luce il fatto che l’ansia, generando il sintomo, sarà da esso rafforzata e successivamente tenderà a fissarlo.

Mentre sul Sintomo possono agire con modalità diverse (come la farmacoterapia )per un sollievo immediato, sull’Ansia agiscono sia le stesse ma anche e soprattutto la Psicoterapia.